Google+

Twitter

Fans

Articoli

Commenti

Membri

L’app che aiuta i ladri

GrabMe, la preoccupante app che sfrutta i dati condivisi sui social network per aiutare i ladri
Di app per smartphone e tablet ce ne sono ormai tantissime, per tutti i gusti e per tutti gli usi… anche per i ladri. Si, esatto, avete proprio capito bene! È infatti notizia delle ultime ore quella, decisamente allarmante, della diffusione di GrabMe, un’app ideata da un giovane hacker per offrire un servizio ai ladri, per semplificare la vita a chi intende svaligiare un’abitazione. GrabMe sfrutta i dati condivisi su base quotidiana dalle persone sui vari social network, ad esempio posta da luoghi di vacanza, tweet, geolocalizzazioni e chi più ne ha più ne meta, per permettere ai ladri di individuare le case vuote dando a questi l’opportunità di scegliere quali abitazioni svaligiare mostrando i vari “punti di interesse” su mappa. L’hacker ideatore dell’app ha ben pensato di cercare di aumentare le proprie possibilità di guadagno rendendo accessibile la sua invenzione a chiunque mediante la messa online, ora bloccato ma da cui sino a qualche ora fa era possibile effettuare senza problemi il download dell’applicazione. Chiaramente un’app di questo tipo non giungerà mai sugli App Store ufficiali per le principali piattaforme per smartphone e tablet, Android e iOS in primis, ma il fatto che sia stata disponibile per il download per un certo periodo di tempo e che al momento non è possibile quantizzare il numero di internauti malintenzionati che ha effettivamente scaricato l’applicazione e che di conseguenza potrebbe servirsene è allarmante. Allo stato attuale delle cose non risultano disponibili ulteriori dettagli ma considerando la situazione e tenendo conto del funzionamento dell’app le preoccupazioni sono tutt’altro che poche in attesa di ulteriori informazioni, specie da parte delle autorità competenti, il consiglio, nel frattempo, è sicuramente quello di evitare di condividere sui servizi di social networking dettagli facenti riferimento alla propria posizione geografica ed alle attività effettuate fuori dalla propria abitazione.


Foto del profilo di Luca
Autore:  In: HD, Sicurezza
Condividi questa news con i tuoi amici su


Scrivi un Commento